Caccia alla volpe a Ponte Nomentano

postato in: Elaborazioni, Quartiere Monte Sacro | 0

Come d’abitudine dell’epoca, nei primi del 1900, la nobiltà romana usava partecipare a gare sportive e cacciare la volpe. Infatti in questa foto del 1912 vediamo un gruppo di cavalieri e cani passare sul Ponte Nomentano. Quest’ultimo viene fatto risalire al I sec d.C. anche se dovrebbe essere risalente al 500 a.C. perchè legato alla secessione della plebe e l’apologo di Menemio Agrippa. Di certo è uno dei ponti più ritratti nella storia della città e se ne trovano tracce dal 1700. Come tutte le strutture di questo tipo fu più volte restaurato, ma uno fra questi è ricordato in modo particolare, ed è quello legato ai lavori voluti, alla metà del 1400, da Papa Nicolò V di cui troviamo traccia su una piccola lapide con la scritta “N. Papa V” che al tempo era interpretata ironicamente dai romani con la frase “Nessun Papa Volemo”. Fra tutti i passaggi illustri, tradizione vuole, che il ponte sia stato scena del benvenuto dato da Papa Leone III a Carlo Magno al suo arrivo a Roma nell’anno 800, per essere incoronato imperatore.

  • Anno: 1912
  • Fotografo: Sconosciuto
  • Posizione: Ponte Nomentano
  • Fonte: Storia Fotografica di Roma 1900-1918

Usare la maniglia centrale per spostare la tendina e vedere le due immagini sovrapposte. Se non dovesse essere totalmente visibile, è possibile metterla a tutto schermo con il tasto in alto a destra nell’immagine.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *