Restauro del Portico d’Ottavia

postato in: Elaborazioni, Rione Sant'Angelo | 0
 

Dietro le impalcature innalzate per il restauro del 1905 intravediamo parte del Portico d’Ottavia fatto costruire dall’imperatore Augusto che costituiva un comodo accesso al Teatro di Marcello e dedicato sua sorella Ottavia. In realtà quella che vediamo è una piccola parte rispetto alla struttura che prevedeva ornamenti di numerose opere d’arte tra cui 24 statue equestri raffiguranti Alessandro Magno ed i suoi ufficiali e Cornelia, la madre dei Gracchi. Inoltre alle sue spalle si trovavano, all’interno di un doppio colonnato, due templi dedicati a Giunone e Giove, oltre che una biblioteca. Venne più volte restaurato, da Domiziano nell’80 d.C. e succesivamente nel 191 d.C. da Settimio Severo. La lucertola e la rana a firma dell’opera si deve rispettivamente a Sauro e Batraco, gli architetti che curarono il complesso.

  • Anno: 1905
  • Fotografo: Sconosciuto
  • Posizione: Via del Portico d’Ottavia
  • Fonte: Storia Fotografica di Roma 1900-1918

Usare la maniglia centrale per spostare la tendina e vedere le due immagini sovrapposte. Se non dovesse essere totalmente visibile, è possibile metterla a tutto schermo con il tasto in alto a destra nell’immagine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *